Vai al contenuto principale
Coronavirus: aggiornamenti per la comunità universitaria / Coronavirus: updates for UniTo Community

Assicurazione di Qualità di Dipartimento

 

Il Dipartimento di Studi Storici fa proprie le Linee Strategiche e la Politica per la Qualità di Ateneo: le pone alla base della propria programmazione e contribuisce alla loro attuazione ai fini del miglioramento continuo, coerentemente con la missione di creare, valorizzare e disseminare conoscenza per generare opportunità di sviluppo sociale e culturale. A tal fine, in coerenza con gli obiettivi strategici di Ateneo, il Dipartimento attua politiche che mirano a obiettivi concreti e misurabili e che sono attuati, ai fini dell’assicurazione della qualità, attraverso le fasi di programmazione, monitoraggio, autovalutazione e avvio di eventuali azioni correttive.
In particolare il Dipartimento elabora e monitora periodicamente il proprio Piano triennale che individua obiettivi specifici per gli ambiti di didattica, ricerca, terza missione, internazionalizzazione e organico, in linea con le finalità strategiche di Ateneo.

Come richiesto dall'Ateneo, nell’ottica del miglioramento continuo e in relazione ai processi fondamentali di assicurazione della qualità in capo ai Dipartimenti, il Dipartimento ha designato il Referente AQ di Dipartimento con il compito di supportare il monitoraggio interno dei processi di AQ in capo al Dipartimento, coordinandosi in modo costante con gli attori/organi preposti al loro svolgimento e coinvolgere costantemente il PTA e le rappresentanze studentesche nello svolgimento delle attività di monitoraggio interno e di coordinamento col Presidio di Qualità di Ateneo.

 

AQ per la Didattica

Nel Corsi di Studio del Dipartimento si realizzano le attività di assicurazione della qualità per la didattica volte a garantire che gli obiettivi formativi individuati in sede di progettazione siano sempre coerenti con le esigenze culturali, scientifiche e sociali e tengano conto delle caratteristiche peculiari che distinguono i corsi di laurea e quelli di laurea magistrale. Ai fini della progettazione dell’offerta viene valutata la disponibilità di risorse adeguate di docenza, personale e servizi, e successivamente monitorati i risultati e le strategie adottate a fini di correzione e di miglioramento e l’apprendimento incentrato sullo studente. Le attività di AQ sono articolate nelle quattro macrofasi della programmazione, monitoraggio, autovalutazione e valutazione.
Il Consiglio di Corso di Studio esercita le attività di programmazione e coordinamento delle attività didattiche; adotta e applica i criteri di Ateneo di assicurazione della qualità; nomina la Commissione di Monitoraggio e Riesame.
La Commissione di Monitoraggio e Riesame (CMR) è composta da docenti e studenti; ha funzioni di autovalutazione e stesura del Monitoraggio annuale e del Riesame ciclico del Corso di Studio, ivi compreso il monitoraggio degli interventi correttivi proposti.
Il/La Presidente/Presidentessa del Corso di Studio è il responsabile dell’assicurazione della qualità per il Corso di Studio, presiede la CMR e sovrintende alle procedure di autovalutazione; può nominare un/una suo/a delegato/a quale referente dell’assicurazione della qualità.

Elenco dei siti dei Corsi di Studio del Dipartimento nei quali sono disponibili le informazioni relative all’AQ per la formazione:

La Commissione Didattica Paritetica Docenti-Studenti della Scuola di Scienze Umanistiche alla quale afferisce il Dipartimento, monitora l’offerta formativa e valuta la qualità della didattica, dei servizi agli studenti, il grado di raggiungimento degli obiettivi a livello di singole strutture; propone al Nucleo di Valutazione azioni di miglioramento della qualità e dell’efficacia delle strutture didattiche attraverso la relazione annuale.
La Commissione Didattica Paritetica Docenti-Studenti assume il ruolo di primo valutatore interno di Ateneo sulle attività formative del Dipartimento e dei Corsi di Studio di cui esso è capofila. Redige annualmente una Relazione che prende in considerazione il complesso dell’offerta formativa, con particolare riferimento agli esiti della rilevazione dell’opinione degli studenti e agli esiti delle procedure di autovalutazione dei CdS, indicando eventuali aree di miglioramento. Tale Relazione viene trasmessa ai Corsi di Studio e al Dipartimento per l’assunzione delle rispettive responsabilità e al Nucleo di Valutazione per le attività di monitoraggio che competono a tale organo.
Composizione, attività, documentazione della Commissione Didattica Paritetica Docenti-Studenti della Scuola di Scienze Umanistiche.

 

AQ per la Ricerca e la Terza Missione

Il sistema di assicurazione della qualità per la ricerca e terza missione è volto a garantire a livello dipartimentale la qualità delle attività di ricerca e di terza missione, mediante l’elaborazione di una strategia coerente con quella di Ateneo, l’analisi dei risultati delle valutazioni, gli esiti del monitoraggio dei risultati delle politiche e delle azioni volte a realizzarla e la distribuzione delle risorse disponibili.

Il Direttore con l’ausilio della Commissione Ricerca elabora il Piano triennale di Dipartimento definendo, in linea con gli indirizzi degli Organi di Governo, gli obiettivi strategici e operativi da conseguire in riferimento alle attività di ricerca e terza missione. Monitora costantemente la produzione scientifica di docenti e ricercatori e promuove le attività di valutazione interna.
In particolare, il Dipartimento in fase di programmazione raccoglie e analizza i dati di ricerca e terza missione quali presupposti per l’assunzione delle decisioni e l’attribuzione delle risorse, nella definizione di una propria pianificazione triennale in accordo con gli obiettivi strategici dell’Ateneo. In particolare vengono analizzati i dati e i principali risultati conseguiti dal Dipartimento al fine di identificare le aree di miglioramento su cui impostare obiettivi e azioni nell’arco temporale della pianificazione prevista.
In vista dell’assicurazione della qualità della ricerca e in coerenza con le linee strategiche di Ateneo, il Direttore con il supporto del Vice Direttore alla ricerca, elabora una bozza del Piano triennale. Acquisito il parere della Giunta, il Direttore lo sottopone alla discussione e all’approvazione del Consiglio.
In fase di monitoraggio, sulla base di strumenti e procedure di Ateneo che permettono attività di analisi e riesame delle attività di ricerca e, con cadenze sistematiche, effettua il monitoraggio della produzione scientifica dei propri docenti. Le attività di monitoraggio almeno annuali sono coordinate dal Vicedirettore alla Ricerca, che ne informa il Direttore.
Le attività finalizzate al raggiungimento degli obiettivi dichiarati nel Piano triennale sono costantemente monitorate attraverso la raccolta e l’analisi annuale dei dati relativi in riferimento a ogni singolo obiettivo. I dati raccolti sono a disposizione per tutte le attività di verifica e valutazione, interne ed esterne. Viene contestualmente osservato l’andamento dei dati relativi ai prodotti della ricerca in modo da rimuovere eventuali ostacoli che possano determinare inattività scientifica da parte dei ricercatori e dei professori in termini di pubblicazioni.
In fase di autovalutazione i dati raccolti attraverso le attività di monitoraggio, consentono al Dipartimento di redigere il documento annuale di monitoraggio dei risultati ottenuti in rapporto agli obiettivi programmati. Contestualmente viene analizzata la situazione complessiva delle attività di ricerca individuando eventuali criticità che rendano necessarie urgenti azioni correttive e conseguentemente una rimodulazione della programmazione.
In occasione del riesame annuale, il documento di autovalutazione è elaborato dalla Commissione ricerca e sottoposto all'approvazione del Direttore e del Consiglio di Dipartimento.
A verifica dell’autovalutazione condotta, ogni cinque anni il Dipartimento, sentito il Nucleo di Valutazione dell’Ateneo, nomina un comitato tecnico esterno ai fini di un parere sull’attività di ricerca e i risultati ottenuti.
Alla luce dei risultati ottenuti, delle criticità rilevate e considerando eventuali necessità di ridefinizioni degli obiettivi stessi o implementazione di nuove azioni di miglioramento.

Il Nucleo di valutazione valuta l’efficacia del sistema di assicurazione della qualità per ciò che riguarda le attività di ricerca e di terza missione e i servizi ad essi collegati.

 

 

Ultimo aggiornamento: 16/11/2022 08:45
Non cliccare qui!