Vai al contenuto principale
Coronavirus: aggiornamenti per la comunità universitaria / Coronavirus: updates for UniTo Community

COLONIALISMO E RAZZISMO. ESPRESSIONE DELLA VIRILITÀ NELLE COLONIE FASCISTE
Gli effetti nefasti delle discriminazioni razziali del Regio Decreto del 19 aprile 1937 n. 880 e il generarsi del riscatto nell’animo degli italiani verso gli ideali di democrazia e libertà
Palermo, 25 novembre 2022

Pubblicato: Lunedì 14 novembre 2022

25 novembre 2022
alle 9:30
Cinema Rouge et Noir
Palermo

In occasione della giornata internazionale contro la violenza sulle donne, l’Associazione nazionale ciechi di guerra, UDIPALERMO e l’ANPI di Sicilia organizzano, in collaborazione con l’Ufficio Scolastico Regionale della Sicilia, il nostro Dipartimento di Studi Storici e quello di Culture, Politica e Società dell’Università di Torino, un incontro rivolto alle scuole superiori di Palermo.

L’intento è di approfondire la conoscenza di una pagina nera della storia italiana, ancora oggi poco conosciuta e rimossa, che diede l’avvio alle vergognose leggi razziali del 1938.
Il razzismo verso i popoli dell’Africa nord-orientale si espresse in vari modi ma raggiunse il massimo della violenza nei confronti delle donne africane, che più subirono l’espressione della maschia virilità degli italiani e il loro disprezzo. Il contratto del madamato, di cui si ha testimonianza anche attraverso due interviste al giornalista Indro Montanelli, è un esempio eloquente dello sfruttamento sessuale e lavorativo cui di fatto erano costrette le donne delle colonie, a volte in età ancora infantile.
La sua cancellazione attraverso il decreto regio del 1937 non mise tuttavia fine alla sua pratica, più sicura della prostituzione.
Questa storia costituisce una conferma di come la violenza sulle donne non sia un’emergenza ma un fenomeno strutturale della società patriarcale che nel corso della storia si è espresso in vari modi.

Obiettivo dell’incontro è accrescere nelle giovani generazioni la consapevolezza della necessità di abbattere pregiudizi e stereotipi che limitano fortemente la nostra umanità e di lavorare su se stessi/e per costruire una convivenza fondata sul rispetto della differenza sessuale e di tutte le diversità.

Parteciperanno:
Valentina Fusari (Università di Torino)
Ricordare l’Oltremare. Luoghi, tempi, modi del colonialismo italiano
Silvia Bruzzi (Università di Torino)
Amori proibiti. Violenza di genere e scambi economici-sessuali in Libia e nel Corno d’Africa
Luca Cinquemani (Rete Anticoloniale Siciliana)

Ultimo aggiornamento: 14/11/2022 10:46
Non cliccare qui!